Tosca Spose: sfila la collezione 2020 “Senza Fine”

Tosca Spose: sfila la collezione 2020 “Senza Fine”

Stai cercando un abito raffinato, elegante e senza pizzo? Allora non perderti questo articolo. Sono stata alla sfilata del brand Tosca Spose, in passerella l’ultima collezione Senza Fine. Tutto è stato organizzato presso il loro atèlier di Bologna, ed è stata una giornata unica. Elisabetta Garuffi, Direttore Creativo del brand sa come stupire e in questa collezione ci è riuscita unendo la delicatezza dei tessuti e il rigore delle forme. Ora ti racconto tutto!

Senza Fine, è una collezione, che trae nome dalla omonima canzone di Gino Paoli, vuole essere: “Il racconto di una certezza, la sicurezza che le cose belle possano durare per sempre quando ci sono cura e amore.” E per Tosca Spose “La cura è presente nei singoli dettagli dei loro abiti e l’amore è quello che vogliono continuare a vestire ogni giorno, senza fine.”

Tosca Spose: L’Atelier di Bologna

Come ho scritto tra le prime righe la sfilata, si è svolta presso l’Atelier Tosca a Bologna, città sede della prima Università d’Europa, famosa per i suoi innumerevoli portici e per l’ottima cucina. L’Atelier è prestigioso, tra i suoi ambienti si respira ancora il fascino dell’alta moda italiana e internazionale. Sin dai primi anni ’20, infatti, la boutique è stata sede delle prime sfilate di famosi brand parigini. Un gioiello raro nel cuore di una città poetica.

Tosca Spose: Gli abiti

In passerella si sono alternati ben 24 modelli. Abiti di impatto per la loro semplicità, arricchita da scollature maliziose e maxi applicazioni su decoltè e schiena. Non sono mancati volumi in tulle che abbiamo visto sfilare su gonne ampie e leggere. Spazio anche per la sensualità, vestita da importanti sirene di mikado. E proprio il mikado, nelle sue varianti, è stato uno dei tessuti principali di questa collezione, utilizzato per realizzare interi abiti, o singoli pezzi, come corpini o gonne. Ti ci vedi indossando uno di questi modelli? Ecco tutte le informazioni riguardo a linee, tessuti e caratteristiche.

Tosca Spose: Le linee

A proposito delle linee abbiamo visto sfilare molti abiti A-line dalle gonne svasate, ampie e aderenti in vita. Non sono mancati abiti a sirena e abiti dalle gonne voluminose in stile principesco.

Corpino con scollo americano, coda asimmetrica e gonna di tulle a pois.

Tosca Spose: I tessuti

Il mikado, tessuto brillante e strutturato, è stato utilizzato per realizzare abiti a sirena, corpini o gonne. In passerella sono comparsi abiti con gonne in organza o gonne in mikado accostate a corpini in cady. Poi il tulle utilizzato per dar vita a gonne ampie e vaporose associate a crop top in pizzo o a body in cady. Ed in fine, per gli abiti eterei e romantici, immancabile, l’organza.

Corpino di mikado, motivo a fiore, gonna ampia in organza.

Body in cady, scollo omerale e gonna di mikado.

Top di pizzo macramè, gonna di tulle a balze.

Tosca Spose: I tratti distintivi

Un guizzo creativo come firma della stilista, è conferito dalla presenza di maxi fiori e maxi fiocchi posizionati su decoltè o sul fondo di scollature posteriori. Proprio a proposito di scolature non sono mancate quelle maliziose, dai tagli a barchetta, all’americana o arricchite da rouge.

Sirena di mikado con fascio drappeggiato, ampio fiocco a coda dietro

Corpino in organza e motivo a rouge sulla schiena, gonna ampia di tulle

Come avete letto gli abiti sono tanti e tutti così diversi. Insomma, non vi resta che visitare l’Atelier Tosca Spose e raccontarmi quali modelli avete indossato e vi hanno resa un incanto. Vi aspetto!

Leave a Reply